Rajesh Shah è un noto omeopatico, ricercatore e insegnante e direttore dell’omeopatia della Forza Vitale a Mumbai, in India. È un pioniere della pratica online e ha curato pazienti provenienti da 180 paesi. Ha sviluppato molti nuovi medicinali omeopatici, tra cui quelli provenienti da fonti biologiche come il nosodo hiv, il nosodo dell’epatite C, il nosodo Mycobacterium Tuberculosis e altro ancora. Ha anche condotto prove farmacologiche in doppio cieco e controllate con placebo, studi clinici, esperimenti su modelli animali, nonché studi in vitro con molti nuovi farmaci omeopatici, facendo questo in collaborazione con istituzioni rinomate come Haffkine Institute, ICT (UDCT), IIT-B, ecc. Ha introdotto un metodo scientifico di sviluppo dei nosodi. I suoi articoli di ricerca sono pubblicati su riviste internazionali peer-reviewed. È autore di diversi libri, tra cui ‘Le mie esperienze con Ferrum Metallicum’. È uno dei fondatori e segretario organizzatore della Global Homeopathy Foundation, che ha condotto il World Homeopathy Summit in India nell’aprile 2015. Fa parte dei comitati consultivi del CCRH sotto il Ministero dell’AYUSH, Governatore dell’India. Il Dr. Rajesh ha avviato una petizione al Ministro, AYUSH per l’istituzione di un meccanismo per la scoperta di nuovi farmaci nell’omeopatia. La petizione può essere firmata e sostenuta http://chn.ge/2cy7asI

R.S.: Grazie, dottor Manish per questa interazione. Devo iniziare dicendo che la nuova scoperta di farmaci nell’omeopatia è stata un’area trascurata, non solo in India, ma anche in tutto il mondo. Mentre iniziavo a lavorare allo sviluppo di nuovi farmaci nel 1998, è stato anche osservato che c’erano anche molte questioni nella produzione di vecchie droghe, che dovevano essere affrontate. Se l’omeopatia deve reggersi come un sistema scientifico di medicina, il settore centrale dello sviluppo dei farmaci avrebbe bisogno di seria attenzione.

Come mossa strategica, il mio obiettivo iniziale è la nuova scoperta di farmaci; alla fine, vedremo anche le sfide con i farmaci vecchi o esistenti nella materia medica. Se vuoi sapere come è iniziato il mio viaggio di scoperta di nuovi farmaci, devo dire che è iniziato con il primo nosodo di Mycobacterium Tuberculosis (versione iniziale) sviluppato nel 1998. Con mia sorpresa, il vecchio nosoco Tuberculinum fu realizzato intorno al 1880, che si scoprì essere “non riproducibile”! Il fatto della “non riproducibilità” dei nostri nosodi mi ha intimidito le notizie che hanno aperto le finestre e le porte del mio futuro viaggio in questo spazio.

MB: Interessante. Non ci ho mai pensato. Che cosa intende per non riproducibilità dei nosodi e come importa davvero?

R.S.: Probabilmente, nessuno ha mai pensato al rischio, alla minaccia e al pericolo nascosto con questa imperfezione, che non sarà mai accettata in nessuna scienza medica. Il vecchio Tuberculinum è stato preparato da Swan dal “tessuto polmonare infetto” di un “sospetto caso di tubercolosi”. (Riferimento: Sintomi guida della mandria) Esaminiamo

Tessuto polmonare infetto: Il tessuto infetto avrà ovviamente organismi specifici (presumibilmente Mycobacterium Tuberculosis), e anche altri tessuti e organismi (co-infezioni), e un gran numero di proteine e detriti.
Sospetto caso di tubercolosi: Non fu un caso confermato di tubercolosi, poiché Robert Koch scoprì gli organismi due anni dopo, nel 1882! Quindi, in realtà, è difficile chiamare quel nosodo “Tuberculinum” in quanto era molto più degli organismi della malattia.
Ero sbalordito dall’incertezza notata nel fare il nosodo. Devo dire che è stato un dono incredibile da parte di Swan in quegli anni prima che la microbiologia emergeva come un ramo a tutti gli effetti. Tuttavia, abbiamo semplicemente portato avanti la preparazione di Tuberculinum per oltre 135 anni senza alcuna recensione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *